logo proloco riano
COMUNICATO STAMPA


Gent.mo Pubblico,
ma soprattuto Gent.mi Fotoamatori partecipanti alla 1° edizione “Fotografa il Teatro nelle Cave”,
riteniamo giusto dover precisare quanto segue in nome della trasperenza e della professionalità
che mettiamo in ogni qualsivoglia Organizzazione che con spirito di sacrificio e pizzico di umiltà,
proponiamo sul nostro territorio.
L'organizzazione di tale evento è stata una compartecipazione tra l'Associazione Pro Loco di Riano e
l'Amministrazione Comunale che ha avallato tutte le iniziative proposte alla popolazione e in questo
particolare caso alla "Creatività Artistica" di appassionati della Fotografia sezione Amatori.
Teniamo dunque a precisare alcune fondamentali prerogative che sin dall'inizio e durante lo
sviluppo del contesto concorrenziale, ci siamo prefissati proprio a garanzia della trasparenza e
dell'assenza monopolistica valutativa dei concorrenti:
1- Il Concorso è stato riservato ai solo Fotoamatori
2- Nessun rappresentante Consigliere o Amministrativo ha potuto far parte della giuria di valutazione
3- Libero accesso al concorso senza limitazioni di genere e di "amicizie virtuali"
4- Trasparenza e legalità
5- Massima condivisione ai fini promozionali della manifastazione
6- Regolamento snello al fine di poter massimizzare l'adesione e l'opportunità artistica creativa
7- Riconoscimento al merito artistico e alla divulgazione per la promozionalità della manifestazione.
Regole queste in parte non scritte, ma che rendono la nostra idea di "marketing" per poter far
conoscere il "Teatro nelle Cave" a quanta più gente potesse essere raggiunta.
Entrando nel merito delle discussioni nate in questi giorni per lo più monotematiche, siamo a precisare
che il regolamento pubblicato e dai concorrenti sottoscritto è verosimilmente privo di
articoli e "articoletti" che avrebbero di certo aiutato l'organizzazione a poter evitare
malintesi e/o interpretazioni del tutto personali, ma contestualmente, avrebbero anche limitato
non solo libertà concesse ai partecipanti, ma soprattutto la divulgazione/promozione del contesto
artistico generale, per il quale sono state investite le nosre risorse.
Prendendoci tutte le responsabilità dovute alla pubblicazione, alla realizzazione frenetica e
tempisticamente limitata, siamo anche noi certi che un regolamento più accurato e dettagliato, possa
per l'immediato futuro, semplificare e regolamentare maggiormante tale concorso, siamo però certi
che già da questa prima edizione, le poche regole pattuite siano state evasive e ben interpretate da
tutti.
Facendo riferimento all'articolo contestato e alle modalità di esso interpretate, riteniamo che tutti
i partecipanti abbiano rispettato i criteri per cui esso è stato menzionato. La condivisione del link
(e non della foto personale)è stata la giusta attività per poter corrispondere alle volontà in esso cercata
dall'organizzazione (fattore unico per poter ambire al premio finale).
Poco chiara per chi non l'ha scritta? Non ce ne vogliate ma avremo più accuratezza
nello spiegare le regole di condivisione sui Social, di certo non interpretabili ad personam.
Il link condiviso, lo è stato della pagina del "Teatro nelle Cave", ciò ha generato un'anteprima
che riportava e soprattutto riconduceva alla manifestazione e al concorso in essere. Diverso
sarebbe stato se si fosse eliminata l'anteprima e sostituita con la propria foto in concorso.
(Le regole di condivisione sul Social Facebook, sono presenti e ben dettagliate sullo stesso)
Questa precisazione diventa di fondamentale importanza per la trasparenza del regolamento.
Detto questo, vogliamo discostarci in tutto e per tutto, dalle illazioni fatte sia nei confronti
della nostra associazione, ma ancor di più per quelle fatte nei confronti dei partecipanti.
Siamo davvero addolorati per quanto successo in un contesto di assoluta trasparenza e voglia di
fare qualcosa di costruttivo per il territorio e per la popolazione di Riano, riteniamo offensive
le dichiarazioni di taluni, fatte in contesto Social, riportanti le modalità poco chiare degli altri.
Il nostro è un NO secco a tali superficialità distintive e ci auguriamo che l'enfasi della mancata
vittoria, sia l'unica causale di certi atteggiamenti poco costruttivi e al limite della denigrazione.
Ringraziamo invece, chi in maniera intelligente, ha si manifestato perplessità, ma ha saputo elegentemente
chiedere delucidazioni e suggerire modalità implementative migliori di quanto proposto nella prima edizione.
Sappiamo di poter e dover migliorare ed è questo ciò su cui si basa la nostra volontà,
siamo sempre a disposizione quando non si riescono a capire concettualmente alcuni passaggi e
regolamenti, siamo sempre a disposizione per poter contribuire alla realizzazione migliorativa degli eventi,
siamo sempre a disposizione per tutti i chiarimenti da dare.
Grazie a tutti
Pro Loco Riano

fShare
0